L’importanza dell’igiene nelle cliniche di chirurgia e medicina estetica in Italia.

Medecina EsteticaDa sempre gli istituti e cliniche privati sottintendono aspettative di standard qualitativi ben superiori alla norma, con una particolare attenzione al confort dei pazienti che si prefigurano giustamente un servizio ed un trattamento all’altezza della fama della clinica e dei costi che saranno sostenuti.

Pertanto non solo per ovvi aspetti medici ma anche per soddisfare le aspettative di una clientela giustamente esigente, è di fondamentale importanza che tutti gli aspetti relativi al benessere del paziente siano curati con molta attenzione.

Ed a questo proposito le salviette monouso, gli asciugamani usa e getta o gli accappatoi monouso hanno una importanza fondamentale nel trasmettere al paziente una rassicurante sensazione di igiene, pulizia e cura della persona.

Le motivazioni, specie per quanto riguarda l’utilizzo nelle cliniche, sono molteplici e se come abbiamo visto riguardano certamente l’assoluta igiene che deve essere garantita in strutture di tale livello, esse possono tuttavia anche essere di altra natura.

Accappatoio in spugna non lavabile.

Accappatoio in spugna non lavabile.

La scelta di tali prodotti infatti coniuga l’assoluta sicurezza in ambito igienico con un confort paragonabile a quello di analoghi oggetti riutilizzabili nel momento in cui sono prodotti da aziende specializzate come Laboratoire Caractére, che offre una linea completa di salviette monouso, asciugamani usa e getta ed accappatoi monouso di qualità assoluta.

Essi sono prodotti in tessuto non tessuto che risulta davvero molto confortevole, morbido, piacevole al tatto e con una capacità di assorbimento estremamente elevata .

Sempre molto apprezzata dai pazienti, la soluzione di utilizzare asciugamani usa e getta, accappatoi monouso e salviette monouso avrà come beneficio accessorio quello di rendere la clinica “raccomandabile”, particolare non secondario specie in quelle situazioni dove i pazienti sono di fascia di reddito alta.

Inoltre si avrà l’ulteriore vantaggio di produrre considerevoli risparmi alla struttura. Occorre infatti considerare che grazie all’utilizzo di materiale usa e getta saranno azzerate le costose spese di lavanderia che si sarebbero dovute sostenere con l’impiego di materiale riutilizzabile.

Pertanto sempre più spesso in Italia le cliniche di chirurgia e medicina estetica utilizzano con successo per i loro pazienti le salviette monouso, gli asciugamani usa e getta ed accappatoi monouso.

Legionellosi e nei centri benessere

Legionellosi

Legionellosi

Nel ’76 un’epidemia coinvolse un gruppo di soldati veterani della legione americana riunitisi in un hotel a Philadelphia: trentaquattro furono i morti su 221 contagi e si scoprì in questo modo la Legionella pneumophila nell’impianto di condizionamento dell’hotel.

Che cos’è?

La legionellosi è un tipo di polmonite che si contrae inalando piccole gocce di acqua contaminate: il batterio è presenti negli ambienti d’acqua naturali e artificiali, come sorgenti termali, vapori, fiumi e laghi, da cui risalgono a quelli artificiale quali le condotte e gli impianti idrici, passando per serbatoi, tubature, fontane e piscine. L’infezione da legionella può portare alla febbre di Pontiac, guaribile in un massimo di cinque giorni, e alla legionellosi, che nei casi più gravi è letale. I fattori di rischio sono principalmente l’età avanzata, essere o meno fumatore, essere un malato cronico delle vie aeree o dei reni, o soggetto a immunosoppressione.

Per combattere la proliferazione e il rischio di contaminazione del batterio, bisogna partire da un’attenta politica di prevenzione da effettuare negli impianti di condizionamento, nelle reti di ricircolo dell’acqua calda degli impianti idrico-sanitari, in sistemi idrici d’emergenza, in vasche e piscine con idromassaggio, alla presenza di fontane decorative, gli impianti di condizionamento quali umidificatori, i nebulizzatori, i sistemi a spruzzamento, gli impianti e gli apparecchi di nebulizzazione. Non mettere in pratica le giuste procedure di pulizia, sostituzione dei filtri, di ispezione e di analisi periodica dello stato degli impianti, significa far aumentare le possibilità di contaminazione soprattutto per anziani, bambini, malati, trapiantati, consumatori di alcool.

Negli alberghi e nei centri benessere la presenza di docce nelle camere e negli spogliatoi, di impianti idrici al ricircolo, impianti di condizionamento e di trattamento dell’aria, impianti di umidificazione, vasche e piscine con idromassaggio o con cascate d’acqua mette a rischio clienti, dipendenti, visitatori e fornitori della struttura. È  il datore di lavoro o un’altra figura dirigenziale a dover valutare e ridurre il più possibile i rischi, mettendo in atto tutte le procedure necessarie.

Sicurezza sul lavoro

scatola da 120 salviette disinfettanti virucida – attivo suH1N1

Il Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro DLgs 81/2008 afferma che il datore di lavoro deve informare i propri dipendenti sui rischi per la salute derivanti dagli agenti biologici utilizzati, le precauzioni da prendere per evitare l’esposizione, le misure igieniche da osservare, l’utilizzo obbligatorio di mezzi individuali di protezione, le procedure da seguire per la manipolazione degli agenti biologici, come prevenire gli infortuni e ridurne al minimo le conseguenze. Sul luogo di lavoro è obbligatoria la presenza di cartelli in cui sono riportate le procedure da seguire in caso di infortunio. La prevenzione e la protezione consistono in pulizia, decontaminazione e disinfezione degli impianti di condizionamento e di ventilazione o dei singoli apparecchi e degli apparati di umidificazione dell’aria, nonché delle reti di distribuzione di acqua sanitaria. Inoltre devono essere predisposti gli appositi dispositivi di protezione individuale quali guanti e indumenti come tute e camici che devono riportare il marchio CE per la protezione da agenti biologici ai sensi del D. Lgs 475/92.

Linee guida italiane

In Italia, il Ministero della Salute ha emanato tre documenti : le Linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi G.U. N. 103 del 5 maggio 2000, le Linee guida

Costume d’emergenza – uomo – nero – Shorty

recanti indicazioni per gestori di strutture turistico-recettive e termali G.U. N. 28 del 4 febbraio 2005 e le Linee guida recanti indicazioni con attività di diagnosi microbiologica e controllo ambientale della legionellosi G.U. N. 29 del 5 febbraio 2005. Esistono altri due documenti sul tema, ovvero il Decreto legislativo 626/94 ( G.U. 265 del 12.11.94) e le Linee guida per la definizione di protocolli tecnici di manutenzione predittiva sugli impianti di climatizzazione (G.U. n256 del 3 novembre del 2006). Nel decreto, la presenza di Legionella impone un immediato intervento atto al ripristino delle condizioni igieniche che tutelino la salute nell’ambiente lavorativo. Il rischio, se presente, non riguarda soltanto il lavoratore, ma anche le persone che frequentano il luogo in questione. Per questo sono state disposte anche le Linee guida per la definizione di protocolli tecnici di manutenzione predittiva sugli impianti di climatizzazione (G.U. N. 256 del 3 novembre del 2006) e le Linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi G.U. N. 103 del 5 maggio 2000, attualmente in fase di revisione in senso al Ministero della Salute. Le Linee guida recanti indicazioni per gestori di strutture turistico-recettive e termali (G.U. N. 28 del 4 febbraio 2005) sono invece state ulteriormente elaborate in seguito alle linee guida europee per il controllo e la prevenzione della legionellosi associata ai viaggi.

Ischia: l’isola della bellezza

Le isole italiane sono famose nel mondo per la bellezza dei paesaggi mozzafiato unita a quella delle acque cristalline. Oltre alla gettonatissima Sardegna e alla bellezza senza tempo della Sicilia, però, ci sono tante altre isole che – pur essendo più piccole – vantano un’affluenza turistica davvero impressionante. Tra le tante bellezze isolane, Ischia è sicuramente una tra le più frequentate soprattutto da parte di turisti tedeschi, francesi e inglesi. Si tratta della terza isola più grande d’Italia con una popolazione di oltre sessantamila abitanti suddivisi in cinque comuni.

Numeri piuttosto elevati se si tiene conto del fatto che l’estensione geografica ischitana non è poi tanto elevata. Ciononostante Ischia piace ed incanta italiani e non. Le ragioni di questo fascino sono da rintracciare in una serie di elementi che fanno di quest’isola un vero e proprio templio del benessere. Ischia, infatti, è una delle località italiane con la più alta percentuale di acque termali assolutamente naturali. Le acque del benessere ad Ischia sono praticamente ovunque e questo rende l’isola meta ideale da parte di turisti giovani e maturi. Sull’isola, in effetti, ci sono centri termali sia pubblici che privati.

Ma la cosa più interessante è che la maggior parte degli alberghi dispone autonomamente di piscine termali. Un’altra ragione per cui Ischia è metà di milioni di turisti che arrivano da ogni parte del mondo va rintracciata nei prezzi delle strutture alberghiere. Rispetto ad altre località turistiche italiane, infatti, Ischia è sicuramente la più economica. La ragione di questa convenienza va rintracciata nel numero altissimo di alberghi presenti sull’isola che inevitabilmente hanno dovuto mantenere prezzi bassi per evitare di accendere una concorrenza spietata. I prezzi ragionevoli, tuttavia, non sono affatto sintomo di una bassa qualità dei servizi offerti. Senza dubbio, mantenere alto il livello qualitativo di una struttura che ospita, ogni anno, centinaia di migliaia di ospiti non è affatto semplice.

Per mantenere gli ambienti sempre puliti e per garantire agli ospiti la massima igiene, infatti, è necessario effettuare più volte la pulizia generale degli ambienti e dotare i clienti dei giusti prodotti in grado di garantire l’igiene di se stessi e degli ambienti che occupano. Pantofole usa e getta, accappatoi, cuffie ma anche proteggi materassi impermeabili usa e getta sono i prodotti ideali per garantire alle strutture la massima igiene e il massimo vantaggio economico. Usare prodotti usa e getta, infatti, consente alle strutture di risparmiare i costi legati alla lavanderia e al personale addetto alla pulizia e, inoltre, offre ai clienti un’igiene superiore rispetto ai prodotti tradizionali.

Dormire su un letto foderato con un coprimaterasso usa e getta assolutamente impermeabile, in effetti, dona ai clienti una tranquillità igienica che non potrebbero avere un coprimaterasso tradizionale. Le strutture, come quelle ischitane, che devono gestire l’affluenza di ospiti molto numerosi possono trovare in questi prodotti il giusto aiuto per risparmiare sui costi di manutenzione dell’albergo e – di conseguenza – per garantire agli ospiti un prezzo finale competitivo. Ecco perché Caractere realizza prodotti pensando alle singole famiglia ma anche alle grandi strutture che, quotidianamente, si adoperano per garantire la pulizia e l’igiene di tutti.

Parrucchiere nude

Esiste in Polonia. Si chiama Hot Cut, un salone di parrucchieri per uomo dove le parrucchiere sono donne..nude.  Si signori, non c’è fine alle idee che imprenditorializzino un corpo femminile.  Pare che il ventiseienne Wojtek Wasilewski, il proprietario, abbia girato per più di un anno tutto il paese per trovare quattro parrucchiere formate al mestiere e disposte a lavorare nude. Pare che abbia avuto molto successo. Pare che non sia un’idea originale. a Sidney, in Australia, qualcuno aveva già avuto l’idea. Hot cuts.

Le ragazze portano soltanto un paio di slip, piuttosto succinti,  mentre tagliano i capelli. Chissà quanto cosumano di riscaldamento, in Polonia, per stare nudi. Ma evidentemente vale bene la spesa, vista l’affluenza.

Mi piacerebbe proporre all’equipe i prodotti di biancheria intima usa e getta, più igienici e tutti uguali, da scrgliere in colore taglia e modello per lo staff al completo, ed anche qualche disinfettante spray per l’ambiente e guanti monouso. Ma dalle foto sembra che non portino neppure i guanti

La biancheria intima Carctère propone dei modelli di slip string e culotte sia per uomo che per donna in taglie diverse. E’ utilizzata soprattutto da centri estetici che propongono massaggi e cure a base di olii, fanghi … possono essere utilizzati senza problemi di macchie e gettati iopo l’uso, ma anche per la depilazione presso estetisti o privati. Sono prodotti che tengono paricolarmente all’igiene, presentati in confezioni individuali signole, sigillate, in materiale ipoallergenico e morbido.  Per maggiori informazioni guardate http://tnt-usa-e-getta.it/slip-telo-asciugamano-estetista-parrucchieri-spa-benessere-wellness/contents/it/p117_string-uomo.html

Un mestiere lungo…la camicia di Meo

Nell’antica Roma, cosi’ come nel mondo antico della Mesopotamia, la cura del corpo era cosi’ sviluppata che oltre ai bagni pubblici esistevano delle vere professioni legate alla bellezza e all’igiene.

Le ricche famiglie patrizie possedevano dei barbieri privati deirettamente nelle villae, le matrone si facevano acconciare da ancellae con l’unica funzione di occuparsi della cura della signora, delle estetiste a domicilio, ornatrix, che pettianvabno tegliavano e acconciavano capelli con l’aiuto di specchi in rame, pettini e spille, fibulae.

Lungi da essere un privilegio riservato a pochi, molto più numerosi erano i barbieri pubblici, che nella loro bottega o per strada si occupavano indossando camici del taglio di barba e capelli degli uomini, che si curavano della loro toiletta molto più della donna.

La funzione di cura estetica era importante, spesso una sola sedia era a disposizione nella botteca del tonsor, specchi, ungueti forbici e modelli alle pareti servivano al cliente al quale veniva applicata una salvietta di protezione o una cappa, incvolucrum, ma non era la funzione principale.

Infatti oltre alle semplici acconciature il barbiere, tonsor, spesso operava, come ancora in  tempi recenti in paesi del medioriente, come medico, chirurgo, erborista e consulente privato. Anche oggi, come nell’antica roma, molti riti importanti venivano operati dal barbiere, la prima barba offerta agli dei cosi’ come la circoncisione, l’applicazione di ungueti, la disinfezioi di pulci e zecche, l’applicazione di sanguisughe, per lungo tempo considerata rimedio ad ogni male. Ma soprattutto la bottega del barbiere era ed è rimasta in qualche modo, luogo sociale dove passavano tutte le notizie d’attualità, dove si prendevano decisioni, si discuteva della vita politica e sociale. 

Per prendere solo un esempio, al di la del bien conosciuto barbiere di Siviglia della cultura occidentale, il romanzo ‘i baffi’ di Tahsin Yucel, uno dei più grandi scrittori turchi del Novecento racconta i cambiamenti della società dalla bottega di un barbiere di un piccolo villaggio d’anatolia. D’altra parte il rapporto barbiere e letteratura non è sconosciuto neanche nella nostra cultura. Nel tardo impero all’epoca di Marziale e Giovenale le satire circa le acconciature, o gli oziosi”tra lo specchio e il pettine” (Marziale) sono numerose al punto da dare particolari informazioni sulle mode vigenti instituite dall’imperatore in carica. La tinta e l’applicazione di parrucche posticce ricavate da capelli provienienti dall’India anche ci è nota. Se dell’epoca romana non sono stati conservati pettini perchè in ferro e quindi distrutti dalla ruggine, molti sono i repertori per il taglio della barba di epoca etrusca, conservati perchè in bronzo. Nel medioevo la bottega del barbiera è il luogo d’apprendimento della chirurgia secondo gli insegnamenti di Ippocrate, galeno ed Avicenna.

Oggi, la figura del barbiere è praticamente scomparsa, sostituita dal parrucchiere unisex, che si occupa principalmente di estica. eppure negli ultimi anni sembra che si stia riscoprendo in certi ambienti la dimensioni igienica e sanitaria e non sono rari i saloni che offrono nel proprio centro sedute di massaggio, pulizia del viso, manicure, e diventano piuttosto dei centri estetici che includono la dimensione benessere nei loro servizi.

L’azienda Caractère offre prodotti per tutto questo a partire dagli involucrum, vesti di protezione e cappe speciali per parruccheri ama anche per massaggi, saune…

Qualche precisazione nel sito qui sotto

http://tnt-usa-e-getta.it/slip-telo-asciugamano-estetista-parrucchieri-spa-benessere-wellness/

Paraorecchie igienici e lingue

Pubblichiamo la mail di un cliente che ha trovato come sfruttare al meglio le nostre paraorecchie per cuffie audio

To: Caractère Paris
From: L. D. L.
Date: March 27, 2011
Subject: Protective Covers for Headsets

Per anni sono stato alla ricerca di protezioni sanitarie di cuffie audio esattamente come quelle presentata da Caractère.  Infatti dirigo una centro d’istruzione dotato di caschi con microfono e cuffie audio. Questi strumenti utilizzati dagli studenti sono utilizzati anche dagli allievi adulti. Mi sono domandato per mesi come fosse possibile la diffusione di pidocchi tra studenti di più di 10 anni di età. Dopo critiche e lamentele ci siamo accordi che la diffusione passava proprio attraverso le cuffie audio ed i microfoni. La conferma è arrivata da un’ispezione di detti strumenti, e della loro forma. Le cuffie hanno un disegno ampio per migliorare la comodità, è semplice immaginare come le cuffie poggiate sulla testa possano presto divenire portatrici di pidocchi. Dovevo presto trovare una soluzione.

Inizialmente ho acquistato uno spray antipidocchi per disinfettare et annullare il loro effetto, ma non era possibile continuare ad usarlo perchè la sua formula corrosiva danneggia gli apparecchi stessi. Ho dunque cominciato ha pensare di fornire ogni studente di un paio di cuffie individuale da acquistare grazie ai fondi di finanziamento del nostro centro, ma questo creava problemi di spazio oltre ad un carnevale di cuffie di ogni forma e dimensione.

Finalmente con una piccola ricerca su internet ho trovato i paracuffie usa e getta della società Caractère, mi sono informato sulla disponibilità di misure e dimensioni delle cuffie del nostro laboratorio  ed ho piacevolmente scoperto l’esistenza di 6 misure differenti. ho domandato un campione delle protezioni per vedere se poteva funzionare e con grande soddisfazione, dopo aver visto che collavano perfettamente ho fatto il primo ordine. adesso da più di un anno e mezzo lavoriamo grazie alle protezione Carcactère con gran soddisfazione degli studenti, avendo eliminato il problema.

In contatto con la società mi sono informato per la possibilità di avere anche dei proteggimicrofono che evitassero tuttavia la distorsione del suono. La quantità di 5000 pezzi, essendo troppo grande, mi ha fatto optare per lo spray antibatterico, che non avendo residuo non danneggia gli apparecchi. grazie a Caractère simo riusciti a risolvere il nostro problema con grande soddsisfazione.

Pubblichiamo il video in cui è possibile visualizzare l’applicazione e le dimensioni dei paraorecchie per cuffie audio disponibili presso Carctère.

Secondo capitolo: cromoterapia, azzurro

L’utilizzo dei colori è ampiamente utilizzato nella medicina alternitiva, cromoterapia.  Dopo aver parlato delle proprietà del marrone , un nuovo colore molto usato dalla nostra azienda nella produzione dei prodotti di igiene monouso destinati a centri benessere, piscine, centri estetici e di massaggio, il blu e l’azzurro. colori sintesi

Il blu è il colore della verità, la profondità e la calma. E’ il colore che induce al ritrovamento dell’equilibrio e della saggezza, aiutando la concentrazione e il silenzio interiore, e l’apertura verso l’estero e la curiosità. Corrisponde al chakra della gola nella medicina shatsu; che è il chakra della comunicazione e dell’espressione, in generale è terapeutico per la vista. E’ il colore della riflessività per le sue proprietà tranquillizzanti e si usa per la cura allo stress, insonnia e all’aggressività. 

Si usa per le sue proprietà antisettiche e infrescanti là dove la malattia produce calore, come infezioni dell’apparato respiratorio e dolori muscolari, nonchè le sue prorpietà restringenti e disinfettanti  per infezioni intestinali, gastriti, problemi di digestione. In estetica è un ottimo tonificante della pelle e si usa per infezioni e arrossamenti cutanei.

La maggior parte dei prodotti della linea caractère sono in bianco per ovvie esigenze di mercato e perchè come non colore, benchè possegga importanti qualità, è neutro. Lungi dal voler dire che la scelta cromaticha di Caractère sia fatta in base alle Cromoterapia, è curioso notare come in prodotti in blu e in azzurro si rivelino partcolarmente indicati alla loro funzione, la coperta ed il piumino per la notte, la biancheira intima da massaggio per uomo, il kimono per auscultazione…  Per sapere di più dei nostri prodotti in blu, bianco, rosso, giallo e verde…visitate il nostro sito

http://tnt-usa-e-getta.it/slip-telo-asciugamano-estetista-parrucchieri-spa-benessere-wellness/